rdf:type
rdfs:label
  • COMUNE DI REGGIO
dc:title
  • COMUNE DI REGGIO
dc:description
  • Nel 1228 un incendio devastò il palazzo del comune, distruggendo la quasi totalità delle scritture conservate. A parte ciò, non sembra debbano registrarsi altre perdite di rilievo. Tra la fine del'700 e il principio dell'800 Prospero Fontanesi, coadiuvato da altri archivisti, ordinò in parte l'archivio comunale, ma la definitiva sistemazione si rese necessaria allorché il materiale documentario, nel 1863, venne trasferito dal palazzo comunale nel cosiddetto palazzo San Giorgio. All'opera di riordinamento fu preposto Giovanni Livi che, nel 1877, presentava una dettagliata relazione alla giunta comunaleL'ordinamento da lui dato al fondo è poi stato mantenuto, salvo marginali mutamenti operati da Ippolito Malaguzzi Valeri, Alberto Catelani e, da ultimo, Umberto Dallari.Durante il suo lavoro il Livi, avendo trovato riunite assieme diverse pergamene riguardanti comune, magistrati diversi, giurisdizione ecclesiastica e privati, non ritenne opportuno istituire un archivio diplomatico e ridistribuì secondo le varie pertinenze la documentazione membranacea di carattere comunale (della quale non è pertanto possibile dare la consistenza); pose invece in " appendice " le carte di origine ecclesiastica o di pertinenza di famiglie private, insieme ad altre scritture relative a diversi paesi della provincia e ad altre città d'Italia, pervenute all'Archivio per ragioni almeno apparentemente non istituzionali. va precisato, sempre a proposito dell'intervento del Livi, che a ragione furon[...]
dc:date
  • [non presente]
ha conservatore
ha date complesso archivistico
ha statusProvenienza
abstract
  • Nel 1228 un incendio devastò il palazzo del comune, distruggendo la quasi totalità delle scritture conservate. A parte ciò, non sembra debbano registrarsi altre perdite di rilievo. Tra la fine del'700 e il principio dell'800 Prospero Fontanesi, coadiuvato da altri archivisti, ordinò in parte l'archivio comunale, ma la definitiva sistemazione si rese necessaria allorché il materiale documentario, nel 1863, venne trasferito dal palazzo comunale nel cosiddetto palazzo San Giorgio. All'opera di riordinamento fu preposto Giovanni Livi che, nel 1877, presentava una dettagliata relazione alla giunta comunaleL'ordinamento da lui dato al fondo è poi stato mantenuto, salvo marginali mutamenti operati da Ippolito Malaguzzi Valeri, Alberto Catelani e, da ultimo, Umberto Dallari.Durante il suo lavoro il Livi, avendo trovato riunite assieme diverse pergamene riguardanti comune, magistrati diversi, giurisdizione ecclesiastica e privati, non ritenne opportuno istituire un archivio diplomatico e ridistribuì secondo le varie pertinenze la documentazione membranacea di carattere comunale (della quale non è pertanto possibile dare la consistenza); pose invece in " appendice " le carte di origine ecclesiastica o di pertinenza di famiglie private, insieme ad altre scritture relative a diversi paesi della provincia e ad altre città d'Italia, pervenute all'Archivio per ragioni almeno apparentemente non istituzionali. va precisato, sempre a proposito dell'intervento del Livi, che a ragione furon[...]
altra denominazion...esso archivistico
  • (REGGIO NELL'EMILIA)
scheda provenienza href
scheda SAN
ha produttore
consistenza
  • [non presente]
oad:extentAndMedium
  • [non presente]
forma autorizzata complesso archivistico
  • COMUNE DI REGGIO
oad:title
  • COMUNE DI REGGIO
record provenienza id
  • GG0710040504
sistema provenienza
  • GGASI
tipologia complesso
  • fonds
is è conservatore di of
is ha livelloSuperiore of
is è produttore di of
Raw Data in: CSV | RDF ( N-Triples N3/Turtle JSON XML ) | OData ( Atom JSON ) | Microdata ( JSON HTML) | JSON-LD     Browse in: LodLive
This material is Open Knowledge   W3C Semantic Web Technology [RDF Data] Valid XHTML + RDFa
OpenLink Virtuoso version 06.01.3127, on Win32 (i686-generic-win-32), Standard Edition
Data on this page belongs to its respective rights holders.