rdf:type
rdfs:label
  • Centro europeo Giovanni Giolitti per lo studio dello Stato di Dronero
dc:title
  • Centro europeo Giovanni Giolitti per lo studio dello Stato di Dronero
dc:description
  • II Centro nasce nel 1998 con la costituzione di un Comitato provvisorio formato dal Comune di Dronero e dalla Comunità Montana Valle Maira, cui aderisce la famiglia Giolitti-Chiaraviglio. Nel 2000 è costituita l'Associazione Centro europeo per lo studio dello Stato. È la famiglia Giolitti-Chiaraviglio a dare decisivo impulso all'iniziativa con la donazione nel 1994 al Comune di Dronero di un archivio familiare (Fondo Giolitti-Chiaraviglio-Revelli) di circa 3000 documenti, che dal 2002 il Comune ha dato in comodato d'uso gratuito al Centro. Il Centro ha sviluppato la sua azione in un contesto nazionale, attuando convegni, corsi, conferenze, mostre, pubblicazioni. Particolare rilievo ha acquistato la Scuola Estiva di Alta Formazione. Nel 2002 il Centro ha registrato l'ingresso quali soci la Provincia di Cuneo e i comuni "giolittiani" per antonomasia: Cavour, Cuneo e Mondovì. Inoltre è entrata in funzione la nuova sede (il Centro era ospitato provvisoriamente nel Municipio di Dronero), localizzata in un edificio del centro storico dronerese, messo a disposizione dal Comune e ristrutturato grazie al finanziamento di Regione Piemonte, Compagnia di San Paolo e Fondazione CRT.
è conservatore di
ha tipologia
codice ISIL
  • IT-CN0285
indirizzo
  • via XXV aprile, 25
altro accesso
scheda SAN
ha luogoConservatore
ha sito web
consultazione
  • 1(xsd:integer)
descrizione
  • II Centro nasce nel 1998 con la costituzione di un Comitato provvisorio formato dal Comune di Dronero e dalla Comunità Montana Valle Maira, cui aderisce la famiglia Giolitti-Chiaraviglio. Nel 2000 è costituita l'Associazione Centro europeo per lo studio dello Stato. È la famiglia Giolitti-Chiaraviglio a dare decisivo impulso all'iniziativa con la donazione nel 1994 al Comune di Dronero di un archivio familiare (Fondo Giolitti-Chiaraviglio-Revelli) di circa 3000 documenti, che dal 2002 il Comune ha dato in comodato d'uso gratuito al Centro. Il Centro ha sviluppato la sua azione in un contesto nazionale, attuando convegni, corsi, conferenze, mostre, pubblicazioni. Particolare rilievo ha acquistato la Scuola Estiva di Alta Formazione. Nel 2002 il Centro ha registrato l'ingresso quali soci la Provincia di Cuneo e i comuni "giolittiani" per antonomasia: Cavour, Cuneo e Mondovì. Inoltre è entrata in funzione la nuova sede (il Centro era ospitato provvisoriamente nel Municipio di Dronero), localizzata in un edificio del centro storico dronerese, messo a disposizione dal Comune e ristrutturato grazie al finanziamento di Regione Piemonte, Compagnia di San Paolo e Fondazione CRT.
forma autorizzata conservatore
  • Centro europeo Giovanni Giolitti per lo studio dello Stato di Dronero
is ha conservatore of
Raw Data in: CSV | RDF ( N-Triples N3/Turtle JSON XML ) | OData ( Atom JSON ) | Microdata ( JSON HTML) | JSON-LD     Browse in: LodLive
This material is Open Knowledge   W3C Semantic Web Technology [RDF Data] Valid XHTML + RDFa
OpenLink Virtuoso version 06.01.3127, on Win32 (i686-generic-win-32), Standard Edition
Data on this page belongs to its respective rights holders.