rdf:type
rdfs:label
  • Museo storico minerario Sulphur di Perticara
dc:title
  • Museo storico minerario Sulphur di Perticara
dc:description
  • Il museo fu inaugurato nel 1970, dall'Associazione Pro-loco Perticara, appena sei anni dopo la cessazione dell'attività estrattiva presso la locale miniera di zolfo. Negli anni Ottanta si è avviato il recupero e il riuso degli ambienti originali della miniera che ha portato all'imponente restauro dell'ex cantiere solfureo Certino, che dal 2002 ospita i nuovi spazi museali e dove il pozzo Vittoria, unico rimasto dei sette pozzi che permettevano l'accesso e l'areazione del sottosuolo, domina il paesaggio quale antico simbolo del collegamento con l'immensa città sotterranea. Nell'ottobre 2005 è stata inaugurata la miniera didattica, un percorso in galleria scenograficamente ricostruito per illustrare la sequenza delle tecniche estrattive in un ambiente simile al vero. All'interno del museo oltre una pregiata raccolta di antichi strumenti scientifici per il rilevamento topografico e ambientale, sono conservati una nutrita biblioteca specializzata e l'archivio con documentazione della miniera di Perticara ed altra documentazione pervenuta negli anni successivi alla chiusura della miniera attraverso donazioni e recuperi sul mercato antiquario, relativa perlopiù a stabilimenti minerari del bacino romagnolo-marchigiano e ad enti e persone collegati all'attività mineraria. La consultazione del materiale documentario avviene su appuntamento contattando la segreteria del museo.
è conservatore di
ha tipologia
codice ISIL
  • IT-RN0077
indirizzo
  • via Montecchio, 20
altro accesso
scheda SAN
ha luogoConservatore
ha sito web
consultazione
  • 1(xsd:integer)
descrizione
  • Il museo fu inaugurato nel 1970, dall'Associazione Pro-loco Perticara, appena sei anni dopo la cessazione dell'attività estrattiva presso la locale miniera di zolfo. Negli anni Ottanta si è avviato il recupero e il riuso degli ambienti originali della miniera che ha portato all'imponente restauro dell'ex cantiere solfureo Certino, che dal 2002 ospita i nuovi spazi museali e dove il pozzo Vittoria, unico rimasto dei sette pozzi che permettevano l'accesso e l'areazione del sottosuolo, domina il paesaggio quale antico simbolo del collegamento con l'immensa città sotterranea. Nell'ottobre 2005 è stata inaugurata la miniera didattica, un percorso in galleria scenograficamente ricostruito per illustrare la sequenza delle tecniche estrattive in un ambiente simile al vero. All'interno del museo oltre una pregiata raccolta di antichi strumenti scientifici per il rilevamento topografico e ambientale, sono conservati una nutrita biblioteca specializzata e l'archivio con documentazione della miniera di Perticara ed altra documentazione pervenuta negli anni successivi alla chiusura della miniera attraverso donazioni e recuperi sul mercato antiquario, relativa perlopiù a stabilimenti minerari del bacino romagnolo-marchigiano e ad enti e persone collegati all'attività mineraria. La consultazione del materiale documentario avviene su appuntamento contattando la segreteria del museo.
forma autorizzata conservatore
  • Museo storico minerario Sulphur di Perticara
is ha conservatore of
Raw Data in: CSV | RDF ( N-Triples N3/Turtle JSON XML ) | OData ( Atom JSON ) | Microdata ( JSON HTML) | JSON-LD     Browse in: LodLive
This material is Open Knowledge   W3C Semantic Web Technology [RDF Data] Valid XHTML + RDFa
OpenLink Virtuoso version 06.01.3127, on Win32 (i686-generic-win-32), Standard Edition
Data on this page belongs to its respective rights holders.