rdf:type
rdfs:label
  • Archivio di Stato di Prato
sameAs
dc:title
  • Archivio di Stato di Prato
dc:description
  • La Sezione di Archivio di Stato di Prato fu istituita con d.m. 10 genn. 1957; era indicata secondo la legislazione allora vigente con il nome di Sottosezione di Archivio di Stato. Divenne Sezione in base all'art. 57 della 1. 30 sett. 1963, n. 1409. In seguito all'istituzione della provincia di Prato con decreto legislativo n.254 del 6 marzo 1992, la Sezione é diventata Archivio di Stato con decreto del Ministero per i Beni Culturali e Ambientali del 24 maggio 1997 (Gazzetta Ufficiale nr.197 del 25 agosto 1997). Fin dalla sua istituzione ebbe sede nel palazzo trecentesco che fu un tempo la casa di abitazione di Francesco di Marco Datini, e che venne restaurato appositamente per la nuova destinazione. In occasione dell'apertura ufficiale dell'istituto, Guido Pampaloni compilò un inventario sommario di tutti i fondi conservati salvo l'archivio comunale di Vernio, i fondi della pretura e del commissariato di pubblica sicurezza di Prato e l'archivio della famiglia Vai Guicciardini. Questa pubblicazione è, a tutt'oggi, l'unico strumento che permetta di orientarsi nei fondi archivistici della Sezione, anche se, come del resto afferma il suo autore (p. XXVIII), spesso la descrizione dei medesimi è del tutto sommaria e si concretizza in un sintetico elenco. Carte di provenienza pratese o di specifico interesse pratese vanno ricercate - com'è ovvio - nell'AS Firenze, in particolare negli archivi notarili, nelle corporazioni religiose e nel Diplomatico; vedi anche il fondo Propositura di S. Stefano di Prato.
è conservatore di
Raw Data in: CSV | RDF ( N-Triples N3/Turtle JSON XML ) | OData ( Atom JSON ) | Microdata ( JSON HTML) | JSON-LD     Browse in: LodLive
This material is Open Knowledge   W3C Semantic Web Technology [RDF Data] Valid XHTML + RDFa
OpenLink Virtuoso version 06.01.3127, on Win32 (i686-generic-win-32), Standard Edition
Data on this page belongs to its respective rights holders.