rdf:type
rdfs:label
  • Rota criminale di Lucca
dc:title
  • Rota criminale di Lucca
dc:description
  • La prima organizzazione dei tribunali criminali nel principato si ebbe con legge 24 genn. 1806che istituiva un tribunale criminale collegiale, composto da tre giudici, giudicanti in prima e seconda istanza. In seguito parte delle sue competenze passarono ai tribunali di prima istanza e altribunale criminale speciale. Nel 1808, con decreto del 7 novembrefu istituito il tribunale d'appello composto da dieci giudici divisi in due sezioni, civile e criminale. Nel 1812 fu adottato il codice di procedura criminale dell'impero francese e si istituì con decreto 28 lu. 1813la corte d'appello composta da un presidente, otto giudici e quattro giudici auditori. Al capitolo II di detto decreto, si istituiva anche la corte speciale straordinaria. Nel 1815, con decreto del 22 giugno già citato, il Werklein istituì due rote: la rota criminale e la rota civile. La rota criminale aveva competenza inappellabilmente su tutti gli affari criminali e, in seconda istanza, sulle cause demandatele dai potestà. Maria Luisa di Borbone confermò questa organizzazione giudiziaria, con poche modifiche, con i decreti del 22 genn. 1818 citato e del 28 ott. 1819La rota fu abolita nel 1848
dc:date
  • [mag. 1814-1817]
ha contesto storico istituzionale
ha date esistenza
ha statusProvenienza
abstract
  • La prima organizzazione dei tribunali criminali nel principato si ebbe con legge 24 genn. 1806che istituiva un tribunale criminale collegiale, composto da tre giudici, giudicanti in prima e seconda istanza. In seguito parte delle sue competenze passarono ai tribunali di prima istanza e altribunale criminale speciale. Nel 1808, con decreto del 7 novembrefu istituito il tribunale d'appello composto da dieci giudici divisi in due sezioni, civile e criminale. Nel 1812 fu adottato il codice di procedura criminale dell'impero francese e si istituì con decreto 28 lu. 1813la corte d'appello composta da un presidente, otto giudici e quattro giudici auditori. Al capitolo II di detto decreto, si istituiva anche la corte speciale straordinaria. Nel 1815, con decreto del 22 giugno già citato, il Werklein istituì due rote: la rota criminale e la rota civile. La rota criminale aveva competenza inappellabilmente su tutti gli affari criminali e, in seconda istanza, sulle cause demandatele dai potestà. Maria Luisa di Borbone confermò questa organizzazione giudiziaria, con poche modifiche, con i decreti del 22 genn. 1818 citato e del 28 ott. 1819La rota fu abolita nel 1848
scheda provenienza href
scheda SAN
ha luogoProduttore
eac-cpf:hasPlace
ha luogo Sede
è produttore di
ha sottotipologia ente
forma autorizzata produttore
  • Rota criminale di Lucca
eac-cpf:authorizedForm
  • Rota criminale di Lucca
record provenienza id
  • SP058120
sistema provenienza
  • GGASI
dc:coverage
  • Lucca
is ha produttore of
Raw Data in: CSV | RDF ( N-Triples N3/Turtle JSON XML ) | OData ( Atom JSON ) | Microdata ( JSON HTML) | JSON-LD     Browse in: LodLive
This material is Open Knowledge   W3C Semantic Web Technology [RDF Data] Valid XHTML + RDFa
OpenLink Virtuoso version 06.01.3127, on Win32 (i686-generic-win-32), Standard Edition
Data on this page belongs to its respective rights holders.