rdf:type
rdfs:label
  • Notai della tappa di Cagliari
dc:title
  • Notai della tappa di Cagliari
dc:description
  • L'esercizio della professione notarile fu oggetto di precisa regolamentazione durante il dominio spagnolo, come anche la conservazione dei relativi atti, per la quale nel parlamento del viceré di Aytona (1592-1598) fu disposta la creazione, a cura dei feudatari, di appositi archivi nelle ville capitali di " incontrada ". In epoca sabauda col regio editto 15 mag. 1738 furono istituite nelle città e nelle maggiori ville sarde le tappe d'insinuazione, uffici presso cui dovevano essere registrati gli atti notarili e conservati i protocolli dei notai defunti (vedi anche Regio demanio,Scrivanie e insinuazione).La loro istituzione servì non solo da presidio per la documentazione contemporanea e futura, ma salvò da sicura distruzione gran parte degli atti del periodo spagnolo. Col successivo editto 12 febbr. 1743, per motivi fiscali, le tappe furono date in appalto a privati e solo con regio editto 29 genn. 1839furono richiamate al demanio.Dopo l'unità, la documentazione delle tappe fu consegnata agli uffici del registro testé creati, che, tra il 1887 ed il 1899, la trasmisero parte all'AS Cagliari e parte agli archivi notarili
dc:date
  • [non presente]
ha qualificazioni relazioni Cpf
ha date esistenza
ha statusProvenienza
abstract
  • L'esercizio della professione notarile fu oggetto di precisa regolamentazione durante il dominio spagnolo, come anche la conservazione dei relativi atti, per la quale nel parlamento del viceré di Aytona (1592-1598) fu disposta la creazione, a cura dei feudatari, di appositi archivi nelle ville capitali di " incontrada ". In epoca sabauda col regio editto 15 mag. 1738 furono istituite nelle città e nelle maggiori ville sarde le tappe d'insinuazione, uffici presso cui dovevano essere registrati gli atti notarili e conservati i protocolli dei notai defunti (vedi anche Regio demanio,Scrivanie e insinuazione).La loro istituzione servì non solo da presidio per la documentazione contemporanea e futura, ma salvò da sicura distruzione gran parte degli atti del periodo spagnolo. Col successivo editto 12 febbr. 1743, per motivi fiscali, le tappe furono date in appalto a privati e solo con regio editto 29 genn. 1839furono richiamate al demanio.Dopo l'unità, la documentazione delle tappe fu consegnata agli uffici del registro testé creati, che, tra il 1887 ed il 1899, la trasmisero parte all'AS Cagliari e parte agli archivi notarili
scheda provenienza href
scheda SAN
ha luogoProduttore
eac-cpf:hasPlace
ha luogo Sede
è produttore di
ha sottotipologia ente
forma autorizzata produttore
  • Notai della tappa di Cagliari
eac-cpf:authorizedForm
  • Notai della tappa di Cagliari
record provenienza id
  • SP216255
sistema provenienza
  • GGASI
dc:coverage
  • Cagliari
is ha produttore of
is ha relazione con Soggetto Produttore of
Raw Data in: CSV | RDF ( N-Triples N3/Turtle JSON XML ) | OData ( Atom JSON ) | Microdata ( JSON HTML) | JSON-LD     Browse in: LodLive
This material is Open Knowledge   W3C Semantic Web Technology [RDF Data] Valid XHTML + RDFa
OpenLink Virtuoso version 06.01.3127, on Win32 (i686-generic-win-32), Standard Edition
Data on this page belongs to its respective rights holders.