rdf:type
rdfs:label
  • Magistrato politico camerale
dc:title
  • Magistrato politico camerale
dc:description
  • Con reale dispaccio 30 gennaio 1791, il Consiglio di governo fu trasformato in un dicastero denominato Magistrato politico camerale, con l'incarico di tutti gli affari politici, economici e camerali dello Stato di Milano (dispaccio 30 gen 1791). Il dicastero, formato da un presidente e sei consiglieri, conservò sostanzialmente la precedente struttura dipartimentale e il personale del cessato Consiglio di governo. In base al reale dispaccio 27 febbraio 1792, accanto alle prevalenti competenze in materia economica e camerale, al Magistrato politico camerale spettava la vigilanza sugli affari riguardanti la sanità, l'istruzione e la religione (dispaccio 27 feb 1792). In qualità di supremo organo economico e finanziario, ad esso facevano capo i ripristinati regi delegati e, per gli oggetti demaniali e camerali, le intendenze provinciali di finanza. Il Magistrato politico camerale fu soppresso con ordinanza del generale in capo dell'armata d'Italia e del commissario del Direttorio esecutivo della Repubblica francese datata 19 maggio 1796 (ordinanza 30 fiorile a. IV) (Civita, profilo "Magistrato politico camerale (1791 - 1796)", risorsa Internet verificata il 01/09/2005).
dc:date
  • 1791
  • 1796
ha qualificazioni relazioni Cpf
ha date esistenza
ha statusProvenienza
abstract
  • Con reale dispaccio 30 gennaio 1791, il Consiglio di governo fu trasformato in un dicastero denominato Magistrato politico camerale, con l'incarico di tutti gli affari politici, economici e camerali dello Stato di Milano (dispaccio 30 gen 1791). Il dicastero, formato da un presidente e sei consiglieri, conservò sostanzialmente la precedente struttura dipartimentale e il personale del cessato Consiglio di governo. In base al reale dispaccio 27 febbraio 1792, accanto alle prevalenti competenze in materia economica e camerale, al Magistrato politico camerale spettava la vigilanza sugli affari riguardanti la sanità, l'istruzione e la religione (dispaccio 27 feb 1792). In qualità di supremo organo economico e finanziario, ad esso facevano capo i ripristinati regi delegati e, per gli oggetti demaniali e camerali, le intendenze provinciali di finanza. Il Magistrato politico camerale fu soppresso con ordinanza del generale in capo dell'armata d'Italia e del commissario del Direttorio esecutivo della Repubblica francese datata 19 maggio 1796 (ordinanza 30 fiorile a. IV) (Civita, profilo "Magistrato politico camerale (1791 - 1796)", risorsa Internet verificata il 01/09/2005).
scheda provenienza href
scheda SAN
ha luogoProduttore
eac-cpf:hasPlace
ha luogo Sede
è produttore di
ha sottotipologia ente
forma autorizzata produttore
  • Magistrato politico camerale
eac-cpf:authorizedForm
  • Magistrato politico camerale
record provenienza id
  • MIDB000786
sistema provenienza
  • LBC-Archivi
dc:coverage
  • Milano
is ha produttore of
is ha relazione con Soggetto Produttore of
Raw Data in: CSV | RDF ( N-Triples N3/Turtle JSON XML ) | OData ( Atom JSON ) | Microdata ( JSON HTML) | JSON-LD     Browse in: LodLive
This material is Open Knowledge   W3C Semantic Web Technology [RDF Data] Valid XHTML + RDFa
OpenLink Virtuoso version 06.01.3127, on Win32 (i686-generic-win-32), Standard Edition
Data on this page belongs to its respective rights holders.