rdf:type
rdfs:label
  • Istituto professionale di stato per l'industria e l'artigianato - IPSIA Ambrogio Necchi
dc:title
  • Istituto professionale di stato per l'industria e l'artigianato - IPSIA Ambrogio Necchi
dc:description
  • Intestato all'industriale pavese cavaliere del lavoro Ambrogio Necchi, l'Istituto trae le sue origini dalla Scuola professionale di Pavia, fondata nel 1907 dalla Pia causa dell'industria, dell'allora Congregazione di carità, che amministrò la Scuola fino all'anno scolastico 1933-1934. Dopo una gestione a cura del Consorzio obbligatorio provinciale per l'istruzione tecnica, che faceva capo al Consiglio provinciale delle corporazioni, a partire dal 1 ottobre 1955 fu costituito il "Consorzio per la gestione della Suola professionale Ambrogio Necchi di Pavia", con durata di 10 anni (considerato tacitamente rinnovato di decennio in decennio) e con sede presso la Camera di commercio industria e agricoltura di Pavia. Tale Consorzio, costituito da Comune, Amministrazione provinciale e Camera di commercio industria e agricoltura di Pavia, nacque con lo "[...] scopo di mantenere le funzioni e di gestire la Scuola suddetta, secondo l'ordinamento che sarà stabilito da apposito regolamento, avuto riguardo ai seguenti scopi: a) di impartire un'istruzione professionale atta ad avviare i giovani al lavoro delle officine e a contribuire alla creazione di mano d'opera qualificata; b) di contribuire attraverso una specifica preparazione alla elevazione e all'aggiornamento di operai dotati di particolare volontà ed attitudine; c) di avviare ad un senso di più alta dignità e consapevolezza il lavoro artigiano e di officina. [Descrizione completa consultabile in Lombardia Beni Culturali.]
dc:date
  • 1907
  • 99999999
ha date esistenza
ha statusProvenienza
abstract
  • Intestato all'industriale pavese cavaliere del lavoro Ambrogio Necchi, l'Istituto trae le sue origini dalla Scuola professionale di Pavia, fondata nel 1907 dalla Pia causa dell'industria, dell'allora Congregazione di carità, che amministrò la Scuola fino all'anno scolastico 1933-1934. Dopo una gestione a cura del Consorzio obbligatorio provinciale per l'istruzione tecnica, che faceva capo al Consiglio provinciale delle corporazioni, a partire dal 1 ottobre 1955 fu costituito il "Consorzio per la gestione della Suola professionale Ambrogio Necchi di Pavia", con durata di 10 anni (considerato tacitamente rinnovato di decennio in decennio) e con sede presso la Camera di commercio industria e agricoltura di Pavia. Tale Consorzio, costituito da Comune, Amministrazione provinciale e Camera di commercio industria e agricoltura di Pavia, nacque con lo "[...] scopo di mantenere le funzioni e di gestire la Scuola suddetta, secondo l'ordinamento che sarà stabilito da apposito regolamento, avuto riguardo ai seguenti scopi: a) di impartire un'istruzione professionale atta ad avviare i giovani al lavoro delle officine e a contribuire alla creazione di mano d'opera qualificata; b) di contribuire attraverso una specifica preparazione alla elevazione e all'aggiornamento di operai dotati di particolare volontà ed attitudine; c) di avviare ad un senso di più alta dignità e consapevolezza il lavoro artigiano e di officina. [Descrizione completa consultabile in Lombardia Beni Culturali.]
scheda provenienza href
scheda SAN
ha luogoProduttore
eac-cpf:hasPlace
ha luogo Sede
è produttore di
ha sottotipologia ente
forma autorizzata produttore
  • Istituto professionale di stato per l'industria e l'artigianato - IPSIA Ambrogio Necchi
eac-cpf:authorizedForm
  • Istituto professionale di stato per l'industria e l'artigianato - IPSIA Ambrogio Necchi
record provenienza id
  • MIDB001BB2
sistema provenienza
  • LBC-Archivi
dc:coverage
  • Pavia
is ha produttore of
Raw Data in: CSV | RDF ( N-Triples N3/Turtle JSON XML ) | OData ( Atom JSON ) | Microdata ( JSON HTML) | JSON-LD     Browse in: LodLive
This material is Open Knowledge   W3C Semantic Web Technology [RDF Data] Valid XHTML + RDFa
OpenLink Virtuoso version 06.01.3127, on Win32 (i686-generic-win-32), Standard Edition
Data on this page belongs to its respective rights holders.