rdf:type
rdfs:label
  • Opera metropolitana di Siena
dc:title
  • Opera metropolitana di Siena
dc:description
  • Le più antiche notizie su un'istituzione preposta alla costruzione del duomo senese risalgono alla fine del XII secolo. La documentazione della prima metà del Duecento identifica l'opus Sancte Marie col semplice cantiere, la gestione del quale appariva legata ad una "diarchia" tra autorità ecclesiastiche -il Vescovo- ed autorità laiche -il Comune. Tale diarchia venne meno nella seconda metà del XIII secolo, quando la gestione dell'Opera fu regolamentata dagli statuti comunali e sottoposta dal 1258 al governo di un solo operaio, nominato dal Comune stesso. Tra gli anni Sessanta e la fine del XIII secolo il profilo istituzionale dell'Opera venne delineandosi, in coincidenza con la formazione di un cospicuo patrimonio immobiliare ed il consolidamento delle risorse finanziarie; all'operaio si affiancarono consiglieri ed uno "scrittore" laico. Con lo statuto del 1545 la struttura istituzionale dell'Opera trovò una nuova articolazione e la sua natura giuridica rimase inalterata fino alle riforme post-unitarie. Bibliografia: L'archivio dell'Opera della Metropolitana di Siena. Inventario, a cura di S. Moscadelli, München 1995 (Die Kirchen von Siena. Beiheft 1); A. GIORGI - S. MOSCADELLI, Costruire una cattedrale. L'Opera di Santa Maria di Siena tra XII e XIV secolo, München 2006.
dc:date
  • Sec. XII-
ha date esistenza
ha statusProvenienza
abstract
  • Le più antiche notizie su un'istituzione preposta alla costruzione del duomo senese risalgono alla fine del XII secolo. La documentazione della prima metà del Duecento identifica l'opus Sancte Marie col semplice cantiere, la gestione del quale appariva legata ad una "diarchia" tra autorità ecclesiastiche -il Vescovo- ed autorità laiche -il Comune. Tale diarchia venne meno nella seconda metà del XIII secolo, quando la gestione dell'Opera fu regolamentata dagli statuti comunali e sottoposta dal 1258 al governo di un solo operaio, nominato dal Comune stesso. Tra gli anni Sessanta e la fine del XIII secolo il profilo istituzionale dell'Opera venne delineandosi, in coincidenza con la formazione di un cospicuo patrimonio immobiliare ed il consolidamento delle risorse finanziarie; all'operaio si affiancarono consiglieri ed uno "scrittore" laico. Con lo statuto del 1545 la struttura istituzionale dell'Opera trovò una nuova articolazione e la sua natura giuridica rimase inalterata fino alle riforme post-unitarie. Bibliografia: L'archivio dell'Opera della Metropolitana di Siena. Inventario, a cura di S. Moscadelli, München 1995 (Die Kirchen von Siena. Beiheft 1); A. GIORGI - S. MOSCADELLI, Costruire una cattedrale. L'Opera di Santa Maria di Siena tra XII e XIV secolo, München 2006.
scheda provenienza href
scheda SAN
ha luogoProduttore
eac-cpf:hasPlace
ha luogo Sede
è produttore di
ha sottotipologia ente
forma autorizzata produttore
  • Opera metropolitana di Siena
eac-cpf:authorizedForm
  • Opera metropolitana di Siena
record provenienza id
  • IT-ASSI-CC50000099
sistema provenienza
  • SIAS
dc:coverage
  • Siena
is ha produttore of
Raw Data in: CSV | RDF ( N-Triples N3/Turtle JSON XML ) | OData ( Atom JSON ) | Microdata ( JSON HTML) | JSON-LD     Browse in: LodLive
This material is Open Knowledge   W3C Semantic Web Technology [RDF Data] Valid XHTML + RDFa
OpenLink Virtuoso version 06.01.3127, on Win32 (i686-generic-win-32), Standard Edition
Data on this page belongs to its respective rights holders.