rdf:type
rdfs:label
  • Santa Maria Assunta di Colcapriolo di San Pietro di Feletto, camaldolesi
dc:title
  • Santa Maria Assunta di Colcapriolo di San Pietro di Feletto, camaldolesi
dc:description
  • Nel febbraio del 1664 il Senato veneziano concesse a padre Aurelio Rezzonico il sito per la fondazione dell´eremo di S. Maria Assunta; nello stesso anno iniziarono i lavori per la costruzione delle prime celle del romitorio camaldolese. All´autorizzazione governativa fece seguito, nel gennaio del 1665, la ratifica del vescovo di Ceneda Albertino, che approvava l´edificazione di un complesso eremitico nei terreni acquistati dalla comunità in località detta Colcapriolo; nel 1670 iniziò la costruzione della chiesa. Con d.r.i. 28 luglio 1806 la comunità fu trasferita a S. Clemente in Isola di Venezia e l´eremo fu soppresso. Bibliografia: Anagrafe informatizzata degli Archivi di Stato italiani, 1999; P.A. PASSOLUNGHI, Il monachesimo benedettino della Marca trevigiana, in «Italia veneta», 1980, 2, pp. 94-97; G. NETTO, Gli archivi delle corporazioni religiose trevigiane soppresse, in Per una storia del Trevigiano in età moderna: guida agli archivi, a cura di D. GASPARINI, L. PUTTIN, in «Studi trevisani», II (1985), 3, Appendice II, parte II
dc:date
  • 1664-1806
ha date esistenza
ha statusProvenienza
abstract
  • Nel febbraio del 1664 il Senato veneziano concesse a padre Aurelio Rezzonico il sito per la fondazione dell´eremo di S. Maria Assunta; nello stesso anno iniziarono i lavori per la costruzione delle prime celle del romitorio camaldolese. All´autorizzazione governativa fece seguito, nel gennaio del 1665, la ratifica del vescovo di Ceneda Albertino, che approvava l´edificazione di un complesso eremitico nei terreni acquistati dalla comunità in località detta Colcapriolo; nel 1670 iniziò la costruzione della chiesa. Con d.r.i. 28 luglio 1806 la comunità fu trasferita a S. Clemente in Isola di Venezia e l´eremo fu soppresso. Bibliografia: Anagrafe informatizzata degli Archivi di Stato italiani, 1999; P.A. PASSOLUNGHI, Il monachesimo benedettino della Marca trevigiana, in «Italia veneta», 1980, 2, pp. 94-97; G. NETTO, Gli archivi delle corporazioni religiose trevigiane soppresse, in Per una storia del Trevigiano in età moderna: guida agli archivi, a cura di D. GASPARINI, L. PUTTIN, in «Studi trevisani», II (1985), 3, Appendice II, parte II
scheda provenienza href
scheda SAN
ha luogoProduttore
eac-cpf:hasPlace
ha luogo Sede
è produttore di
ha sottotipologia ente
forma autorizzata produttore
  • Santa Maria Assunta di Colcapriolo di San Pietro di Feletto, camaldolesi
eac-cpf:authorizedForm
  • Santa Maria Assunta di Colcapriolo di San Pietro di Feletto, camaldolesi
record provenienza id
  • IT-ASTV-CC80000043
sistema provenienza
  • SIAS
dc:coverage
  • Colcapriolo di San Pietro di Feletto (Treviso)
is ha produttore of
Raw Data in: CSV | RDF ( N-Triples N3/Turtle JSON XML ) | OData ( Atom JSON ) | Microdata ( JSON HTML) | JSON-LD     Browse in: LodLive
This material is Open Knowledge   W3C Semantic Web Technology [RDF Data] Valid XHTML + RDFa
OpenLink Virtuoso version 06.01.3127, on Win32 (i686-generic-win-32), Standard Edition
Data on this page belongs to its respective rights holders.