rdf:type
rdfs:label
  • Santi Quaranta di Treviso, canonici regolari lateranensi
dc:title
  • Santi Quaranta di Treviso, canonici regolari lateranensi
dc:description
  • I canonici lateranensi si insediarono a Treviso al tempo del vescovo Olderico, nella seconda metà del secolo XII, fissando la propria dimora ad ovest della città, «in colmello Sanctorum Quadraginta», dove unirono al monastero la chiesetta di S. Vitale del Lastico e l´annessa residenza. Agli inizi del XV secolo la comunità fu impegnata nella riforma dell´ordine, ottenendone vantaggi sia di ordine spirituale che materiale, e intensificando l´impegno pastorale nel sobborgo di S. Quaranta. Dopo la guerra di Cambrai i canonici trasferirono il monastero e la chiesa in città; i lavori di edificazione terminarono nel 1608. Il monastero fu soppresso con decreto esecutivo del Senato veneto nel 1771; le chiese parrocchiali di S. Agnese e di S. Maria di Betlemme, su cui i canonici esercitavano la cura d´anime, furono demolite rispettivamente nel 1778 e nel 1808. Bibliografia: Anagrafe informatizzata degli Archivi di Stato italiani, 1999; L. PESCE, La chiesa di Treviso nel primo Quattrocento, in «Italia sacra. Studi e documenti di storia ecclesiastica», 1987, 37, pp. 456-461; A. DA MOSTO, L'Archivio di Stato di Venezia. Indice generale, storico, descrittivo ed analitico, Roma, 1940, t. II, p. 202; G. NETTO, Gli archivi delle corporazioni religiose trevigiane soppresse, in Per una storia del Trevigiano in età moderna: guida agli archivi, a cura di D. GASPARINI, L. PUTTIN, in «Studi trevisani», II (1985), 3, p. 188
dc:date
  • secc. XII-1707
ha date esistenza
ha statusProvenienza
abstract
  • I canonici lateranensi si insediarono a Treviso al tempo del vescovo Olderico, nella seconda metà del secolo XII, fissando la propria dimora ad ovest della città, «in colmello Sanctorum Quadraginta», dove unirono al monastero la chiesetta di S. Vitale del Lastico e l´annessa residenza. Agli inizi del XV secolo la comunità fu impegnata nella riforma dell´ordine, ottenendone vantaggi sia di ordine spirituale che materiale, e intensificando l´impegno pastorale nel sobborgo di S. Quaranta. Dopo la guerra di Cambrai i canonici trasferirono il monastero e la chiesa in città; i lavori di edificazione terminarono nel 1608. Il monastero fu soppresso con decreto esecutivo del Senato veneto nel 1771; le chiese parrocchiali di S. Agnese e di S. Maria di Betlemme, su cui i canonici esercitavano la cura d´anime, furono demolite rispettivamente nel 1778 e nel 1808. Bibliografia: Anagrafe informatizzata degli Archivi di Stato italiani, 1999; L. PESCE, La chiesa di Treviso nel primo Quattrocento, in «Italia sacra. Studi e documenti di storia ecclesiastica», 1987, 37, pp. 456-461; A. DA MOSTO, L'Archivio di Stato di Venezia. Indice generale, storico, descrittivo ed analitico, Roma, 1940, t. II, p. 202; G. NETTO, Gli archivi delle corporazioni religiose trevigiane soppresse, in Per una storia del Trevigiano in età moderna: guida agli archivi, a cura di D. GASPARINI, L. PUTTIN, in «Studi trevisani», II (1985), 3, p. 188
scheda provenienza href
scheda SAN
ha luogoProduttore
eac-cpf:hasPlace
ha luogo Sede
è produttore di
ha sottotipologia ente
forma autorizzata produttore
  • Santi Quaranta di Treviso, canonici regolari lateranensi
eac-cpf:authorizedForm
  • Santi Quaranta di Treviso, canonici regolari lateranensi
record provenienza id
  • IT-ASTV-CC80000028
sistema provenienza
  • SIAS
dc:coverage
  • Treviso
is ha produttore of
Raw Data in: CSV | RDF ( N-Triples N3/Turtle JSON XML ) | OData ( Atom JSON ) | Microdata ( JSON HTML) | JSON-LD     Browse in: LodLive
This material is Open Knowledge   W3C Semantic Web Technology [RDF Data] Valid XHTML + RDFa
OpenLink Virtuoso version 06.01.3127, on Win32 (i686-generic-win-32), Standard Edition
Data on this page belongs to its respective rights holders.