rdf:type
rdfs:label
  • Arciconfraternita di Maria Ss. del Rosario, Bari, sec. XVI -
dc:title
  • Arciconfraternita di Maria Ss. del Rosario, Bari, sec. XVI -
dc:description
  • La confraternita fu eretta e intitolata al Rosario nel XVI secolo con sede nella chiesa di S. Domenico, dal 1860 di proprietà confraternale per concessione regia. Ottenne il regio assenso alle regole nel 1768. Il supplemento alle Regole settecentesche, che aboliva la distinzione tra la cassa delle rendite e quella del mortorio, porta la data del 1845. Nel 1900 ottenne il titolo di arciconfraternita. Lo statuto del 1768 in vigore fino alla promulgazione dello statuto unico introdotto nell'Arcidiocesi con decreto del 1988, regolava l'iscrizione dei confratelli e le norme comportamentali che essi dovevano tenere durante le funzioni religiose. La carica direttiva più alta è ricoperta dal priore, seguono i due assistenti e il tesoriere; due tabellarii erano incaricati di annotare le mancanze dei confratelli e due cantori dirigevano la recita delle litanie durante le funzioni religiose. L'abito tradizionale è un camice bianco con mozzetta nera, cingolo e cordone bianco e nero e rosario alla cintura. L'arciconfraternita è afferente all'Arcidiocesi di Bari-Bitonto.
dc:date
  • sec. XVI inizio -
ha qualificazioni relazioni Cpf
ha date esistenza
ha natura giuridica ente
ha statusProvenienza
abstract
  • La confraternita fu eretta e intitolata al Rosario nel XVI secolo con sede nella chiesa di S. Domenico, dal 1860 di proprietà confraternale per concessione regia. Ottenne il regio assenso alle regole nel 1768. Il supplemento alle Regole settecentesche, che aboliva la distinzione tra la cassa delle rendite e quella del mortorio, porta la data del 1845. Nel 1900 ottenne il titolo di arciconfraternita. Lo statuto del 1768 in vigore fino alla promulgazione dello statuto unico introdotto nell'Arcidiocesi con decreto del 1988, regolava l'iscrizione dei confratelli e le norme comportamentali che essi dovevano tenere durante le funzioni religiose. La carica direttiva più alta è ricoperta dal priore, seguono i due assistenti e il tesoriere; due tabellarii erano incaricati di annotare le mancanze dei confratelli e due cantori dirigevano la recita delle litanie durante le funzioni religiose. L'abito tradizionale è un camice bianco con mozzetta nera, cingolo e cordone bianco e nero e rosario alla cintura. L'arciconfraternita è afferente all'Arcidiocesi di Bari-Bitonto.
altra denominazione produttore
  • Arciconfraternita di Maria Ss. del Rosario in S. Domenico, Bari
scheda provenienza href
scheda SAN
ha luogoProduttore
eac-cpf:hasPlace
ha luogo Sede
è produttore di
ha sottotipologia ente
forma autorizzata produttore
  • Arciconfraternita di Maria Ss. del Rosario, Bari, sec. XVI -
eac-cpf:authorizedForm
  • Arciconfraternita di Maria Ss. del Rosario, Bari, sec. XVI -
record provenienza id
  • sp-24580
sistema provenienza
  • SIUSA
dc:coverage
  • Bari
is ha produttore of
is ha relazione con Soggetto Produttore of
Raw Data in: CSV | RDF ( N-Triples N3/Turtle JSON XML ) | OData ( Atom JSON ) | Microdata ( JSON HTML) | JSON-LD     Browse in: LodLive
This material is Open Knowledge   W3C Semantic Web Technology [RDF Data] Valid XHTML + RDFa
OpenLink Virtuoso version 06.01.3127, on Win32 (i686-generic-win-32), Standard Edition
Data on this page belongs to its respective rights holders.