rdf:type
rdfs:label
  • Tribunale dei conservatori
dc:title
  • Tribunale dei conservatori
dc:description
  • I conservatores almae urbis o conservatores Camerae almae urbis erano tre e venivano estratti ogni tre mesi dal novero delle famiglie nobili romane (con motuproprio di Clemente XII del 14 sett. 1731 l'estrazione ebbe scadenza semestrale; Pio VII però nel 1800 ripristinò la scadenza trimestrale). Contemporaneamente alla loro estrazione si procedeva al sorteggio del priore dei caporioni. L'autorità e l'autonomia della magistratura furono spesso offuscate dall'autorità pontificia e da quella del camerlengo dal quale dipendevano come amministratori della camera capitolina. I conservatori ebbero la rappresentanza del senato e del popolo romano e l'amministrazione della camera capitolina; vigilavano sugli acquedotti, sulla conservazione delle antichità romane, sull'osservanza degli statuti di Roma, avevano cura delle mura cittadine, punivano i commercianti di commestibili che rubavano sul peso o alteravano i prezzi, concedevano la cittadinanza romana e i privilegi ai cittadini romani. I conservatori avevano giurisdizione civile e criminale sulle materie di loro competenza, inoltre decidevano i ricorsi dei consoli delle arti e del consolato dell'agricoltura. Il loro tribunale fu soppresso nel 1847
dc:date
  • [1815-1859/1870]
ha contesto storico istituzionale
ha date esistenza
ha statusProvenienza
abstract
  • I conservatores almae urbis o conservatores Camerae almae urbis erano tre e venivano estratti ogni tre mesi dal novero delle famiglie nobili romane (con motuproprio di Clemente XII del 14 sett. 1731 l'estrazione ebbe scadenza semestrale; Pio VII però nel 1800 ripristinò la scadenza trimestrale). Contemporaneamente alla loro estrazione si procedeva al sorteggio del priore dei caporioni. L'autorità e l'autonomia della magistratura furono spesso offuscate dall'autorità pontificia e da quella del camerlengo dal quale dipendevano come amministratori della camera capitolina. I conservatori ebbero la rappresentanza del senato e del popolo romano e l'amministrazione della camera capitolina; vigilavano sugli acquedotti, sulla conservazione delle antichità romane, sull'osservanza degli statuti di Roma, avevano cura delle mura cittadine, punivano i commercianti di commestibili che rubavano sul peso o alteravano i prezzi, concedevano la cittadinanza romana e i privilegi ai cittadini romani. I conservatori avevano giurisdizione civile e criminale sulle materie di loro competenza, inoltre decidevano i ricorsi dei consoli delle arti e del consolato dell'agricoltura. Il loro tribunale fu soppresso nel 1847
scheda provenienza href
scheda SAN
ha luogoProduttore
eac-cpf:hasPlace
ha luogo Sede
è produttore di
ha sottotipologia ente
forma autorizzata produttore
  • Tribunale dei conservatori
eac-cpf:authorizedForm
  • Tribunale dei conservatori
record provenienza id
  • SP063410
sistema provenienza
  • GGASI
dc:coverage
  • Roma
is ha produttore of
Raw Data in: CSV | RDF ( N-Triples N3/Turtle JSON XML ) | OData ( Atom JSON ) | Microdata ( JSON HTML) | JSON-LD     Browse in: LodLive
This material is Open Knowledge   W3C Semantic Web Technology [RDF Data] Valid XHTML + RDFa
OpenLink Virtuoso version 06.01.3127, on Win32 (i686-generic-win-32), Standard Edition
Data on this page belongs to its respective rights holders.